Archivi autore: Avv. Maria Rosaria Pace

Mancata accettazione degli ordini da parte del Preponente – diritto alla provvigione –

di | 6 Ottobre 2016

Accade sempre più frequentemente che nel corso del rapporto di agenzia l’attività prestata dall’Agente venga di fatto vanificata dalla volontà della Preponente di non dar seguito agli ordini regolarmente trasmessi, non riconoscendo al contempo alcun diritto alla provvigione. L’obbligazione principale dell’Agente è quella di promuovere gli affari per conto della casa mandante, ex art. 1742… Leggi tutto »

Nuove regole per ritardato pagamento delle provvigioni all’Agente

di | 21 Settembre 2016

Il D.Lgs. 9/11/2012 n. 192 ha disciplinato le penalità nei ritardi di pagamenti relativi a transazioni commerciali, compresi i rapporti di agenzia e rappresentanza di commercio. Il creditore ha diritto al percepimento degli interessi di mora sull’importo dovuto salvo che il debitore dimostri che il ritardo di pagamento è dovuto a causa a lui non… Leggi tutto »

Trattamento economico della figura dell’agente generale/coordinamento agenti.

di | 13 Settembre 2016

La disciplina del compenso spettante all’agente che svolge, accanto all’attività di promozione, ex art. 1742 c.c. , anche l’attività di supervisione e coordinamento, costituisce una problematica discussa. Com’è noto, la figura dell’agente generale è riconosciuta dalla giurisprudenza la quale ha, in più occasioni, affermato che la Preponente ha la facoltà di avvalersi di più agenti… Leggi tutto »

Disponibilità dei mezzi prova – Il gravoso compito di provare i fatti

di | 8 Settembre 2016

La Cassazione (sez. Lavoro) ha stabilito (Sent.486/2016) che al contratto di agenzia si applica il principio della riferibilità o vicinanza o disponibilità dei mezzi di prova. L’art. 2697 del c..c , dispone che chi vuole far valere un diritto in giudizio deve provare i fatti che ne costituiscono il fondamento (onus probandi incumbit ei qui… Leggi tutto »

Il campionario – Responsabilità dell’Agente

di | 26 Agosto 2016

Quando si verifica un furto del campionario, si pone il problema se l’agente sia o meno tenuto a risarcire la Mandante. A riguardo vi sono una serie di considerazioni di natura civilistica che si possono svolgere su questo tema, applicando i principi generali di diritto e gli Accordi Economici Collettivi. Questi ultimi prevedono espressamente l’addebito… Leggi tutto »

Il collaboratore familiare occasionale

di | 15 Agosto 2016

Il familiare che presta la sua attività di collaborazione lavorativa non porta ad individuare un rapporto di lavoro subordinato se e in quanto non sussiste l’assenza della prova di subordinazione e l’onerosità delle prestazioni rese. Il Ministero del Lavoro ha affrontato la problematica dell’occasionalità della collaborazione indicando i parametri che sono utilizzabili per valutare l’occasionalità… Leggi tutto »

Il termine prescrizionale delle indennità – Termine entro quale richiederlo

di | 20 Luglio 2016

Ogni diritto si estingue per prescrizione se il suo titolare non lo esercita per un periodo di tempo determinato dalla legge, in generale nel termine dei 10 anni (artt. 2934 e 2946 c.c. ) Il diritto dell’Agente ad ottenere il pagamento delle indennità di cessazione del rapporto è stata questione controversa, in quanto, nella fattispecie,… Leggi tutto »

Entità variazioni provvigionali

di | 13 Luglio 2016

A seconda dell’incidenza che hanno sul valore delle provvigioni di competenza dell’agente o rappresentante nell’anno civile (1° gennaio – 31 dicembre) precedente la variazione , ovvero nei dodici mesi antecedenti la variazione, si distinguono variazioni di: di lieve entità, intendendo per lieve entità le riduzioni che incidano fino al 5% di media entità, intendendo per… Leggi tutto »

Prestazioni accessorie

di | 21 Giugno 2016

  Sovente viene richiesto all’Agente di espletare attività di natura accessoria rispetto a quella principale della conclusione di contratti per conto della Casa Mandante, quali a titolo esemplificativo e non esaustivo: Agente generale (ricerca, selezione, coordinamento e assistenza agli agenti di commercio), rilevazione prezzi e/o esposizione prodotti presso p.d.v., inserimento dati “ a sistema”, attività… Leggi tutto »

Elementi di distinzione tra agente e procacciatore d’affari – quando il procacciatore d’affari può richiedere le indennità

di | 14 Giugno 2016

In via preliminare, è opportuno evidenziare la differenza tecnico giuridica della figura di agente di commercio da quella di procacciatore d’affari, in quanto, se formalmente possono apparire due figure simili, in realtà vi sono enormi distinzioni sotto il profilo sostanziale. Secondo l’art. 1742 c.c. “Col contratto di agenzia una parte assume stabilmente l’incarico di promuovere,… Leggi tutto »