Agente di commercio, dimissioni per motivi personali e per giusta causa. Differenze.

di | 29 Gennaio 2024

Ci sono due tipi di dimissioni che possono essere rassegnate da parte dell‘Agente .

Le dimissioni volontarie e le dimissioni per giusta causa.

Nel primo caso l’Agente, per motivi personali, di opportunità, di organizzazione propria, decide di rassegnare le dimissioni concedendo il periodo di preavviso e lavorando, dunque fino al termine.

Dimissioni Agente di commercio

Può decidere anche di rassegnare le dimissioni per motivi personali ma con effetto immediato e in questo caso la Mandante avrà facoltà di richiedere l’indennità sostitutiva del preavviso a causa dell’interruzione immediata del rapporto.

La seconda ipotesi di dimissioni e’ quella per giusta causa, dovuta ad un grave inadempimento della Mandante (violazione dell’obbligo di esclusiva, mancato o reiterato ritardo del pagamento delle provvigioni o dei contributi previdenziali): in questa fattispecie  è possibile richiedere tutte le indennità alla Mandante in quanto si  “ribalta” la posizione; l’Agente dopo aver provato per iscritto gli inadempimenti, potrà agire per la tutela del suo  buon diritto.

A cura dell’Avv. Maria Rosaria Pace

Consulente nazionale TrovoAgente.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *