Grandi novità per la guida, con le informazioni dei nostri smartphone proiettati sul parabrezza

di | 10 agosto 2014

Il 2014 è sicuramente l’anno in cui mai come prima sta avvenendo una fusione tra l’ambito mobile e l’automotive.
Android Auto di Google, le iniziative del gruppo Open Automotive Alliance, CarPlay di Apple, sono solo alcuni esempi di come il mondo degli smartphone e dei tablet si sia ormai avvicinato a quello delle quattro ruote.
Oggi vi presentiamo Navdy, un sistema in grado di fornire direttamente davanti allo sguardo di chi guida tutte le notifiche e le informazioni che si possono ottenere con altre applicazioni, ma senza staccare gli occhi dalla strada per guardare il display in plancia.

I dati vengono infatti proiettati sul parabrezza (un altro esempio è il Garmin HUD, il navigatore proiettato sul parabrezza).

Il dispositivo si installa sul cruscotto e le immagini vengono proiettate su un un piccolo display, come se fossero a 1,80 metri di distanza; lo sguardo del conducente è sempre quindi focalizzato sulla strada, senza distrazioni.
Sono inoltre previsti tutti i comandi vocali e gestuali, con i quali rispondere al telefono, leggere gli sms, inviare messaggi sui social, ecc.
L’uscita è prevista per il primi mesi del 2015 e il costo dovrebbe aggirarsi sui 500 dollari.
Ci piace molto l’idea, soprattutto per una categoria di conducenti come gli Agenti di Commercio, che utilizzano l’auto per tante ore al giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *