Modifica unilaterale del contratto

di | 21 novembre 2019

Mi viene spesso chiesto se in caso di modifica unilaterale del contratto che incide in maniera sostanziale sul contenuto economico del rapporto  si possano rassegnare le dimissioni per giusta causa (per fatto imputabile alla Mandante )
Non cadiamo in errore !

Secondo quanto stabiliscono gli AEC le modifiche si suddividono in :

1)lieve entità (fino al 5%)

2)media entità (tra 15 e 20% AEC commercio e  fino a 15% AEC industria )

3)rilevante entità (superiore al 20% AEC commercio e superiore al 15% AEC industria )

Le variazioni di sensibile entità potranno essere realizzate previa comunicazione scritta all’agente o rappresentante di commercio con un preavviso non inferiore a quello previsto per la risoluzione del rapporto.
Qualora l’agente o rappresentante comunichi, entro 30 giorni di non accettare le variazioni che modificano sensibilmente il contenuto economico del rapporto ,la 
comunicazione del preponente costituirà preavviso per la cessazione del rapporto di agenzia o rappresentanza, ad iniziativa della casa mandante.

Dunque non si avrà ad opera dell’agente recesso per giusta causa, bensì NON ACCETTAZIONE DELLE MODIFICHE.

Avv. Maria Rosaria Pace

TrovoAgente.it

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *