200 euro autonomi: ecco il decreto

Aggiornamento 26/09/2022

In Gazzetta il decreto sul bonus 200 euro per autonomi e professionisti: requisiti e beneficiari. L'erogazione seguira l'ordine delle domande. Autocertificazione necessaria

Il decreto Interministeriale attuativo per il bonus 200 euro del DL Aiuti destinato a lavoratori autonomi iscritti alle gestioni INPS e alle Casse private è stato pubblicato sabato 24 settembre in Gazzetta Ufficiale.

Con un comunicato l'associazione delle Casse private ADEPP affermava pochi giorni fa che che le domande per richiedere il bonus 200 euro potranno essere presentate non prima del 26 settembre. Viene precisato che vista la novità del decreto Aiuti ter che stabilisce un’indennità aggiuntiva di 150 euro per i liberi professionisti con redditi inferiori ai 20.000 euro percepiti nel 2021, le Casse sono pronte ad aggiornare la procedura informatica allestita per la richiesta del bonus, tenendo conto del doppio tetto reddituale dei potenziali aventi diritto.

Si ricorda che in un comunicato precedente ADEPP precisava che
  • l'apertura degli sportelli delle domande per il bonus di 200 euro per i professionisti iscritti sarà fissata due giorni dopo la pubblicazione del decreto in Gazzetta.
  • La scadenza comunque è fissata al 30 novembre (data entro cui inviare la dichiarazione dei redditi) cosi da consentire di fare l'autodichiarazione sul possesso del requisito del reddito.
  • non si tratterà di un “click day” day vero e proprio in quanto le risorse disponibili garantiscono la possibilità di ottenere il bonus a tutti gli aventi diritto.
Su questo il decreto specifica però che "l'Inps e gli enti di previdenza obbligatoria procedono, per gli iscritti, alla erogazione dell'indennita' in ragione dell'ordine cronologico delle domande presentate e accolte sulla base del procedimento di verifica della sussistenza dei requisiti"

Vediamo di seguito tutti i dettagli

Bonus 200 euro autonomi di cosa si tratta

Come noto il bonus 200 euro istituito con il decreto Aiuti n. 50 del 18 maggio 2022 ha già raggiunto dipendenti e pensionati per il tramite di datori di lavoro e INPS mentre per altri soggetti sono in corso la procedura di richiesta all'INPS.

Il decreto attuativo per i lavoratori autonomi da lungo atteso,può contare su una dotazione finanziaria implementata dalla recente conversione del decreto Aiuti bis n. 115 2022 da 500 a 600 milioni.

200 Euro autonomi: beneficiari e requisiti

Sulla base del comunicato emanato dal Ministero del lavoro al momento della firma del decreto lo scorso 10 agosto 2022, iI beneficiari dell'indennità una tantum oggetto del decreto ministeriale previsto dal DL 50 2022 sono:
  • lavoratori autonomi e i professionisti iscritti alle gestioni previdenziali dell'INPS (commercianti artigiani professionisti esclusivamente iscritti alla gestione separata, coltivatori diretti coloni e mezzadri)
  • professionisti iscritti agli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza di cui al D.Lgs. 30 giugno 1994, n. 509 e al D.Lgs. 10 febbraio 1996, n. 103 che
  • nel periodo d'imposta 2021 abbiano percepito un reddito complessivo non superiore a 35.000 euro
  • già iscritti alle menzionate gestioni previdenziali alla data di entrata in vigore del Decreto Aiuti (19 maggio 2022)
  • con partita IVA e attività lavorativa avviata e
  • devono aver eseguito almeno un versamento, totale o parziale, per la contribuzione previdenziale all'ente cui viene richiesta l'indennità, con competenza a decorrere dall'anno 2020
Sulla base dei dati INPS, dovrebbero essere interessati dalla misura:
  • 973mila commercianti
  • 859mila artigiani
  • 477mila iscritti alle casse professionali
  • 430mila coltivatori diretti, mezzadri e coloni
  • 261mila professionisti in gestione separata
ATTENZIONE: Non è possibile ottenere il bonus 200 euro autonomi se si è già goduto dell'indennità come appartenenti ad altre categorie previste dal DL Aiuti 50 2022.

Bonus 200 euro autonomi: modalità per le domande

Le richieste andranno presentate all'ente di previdenza alla quale il soggetto interessato è obbligatoriamente iscritto, quindi:
  • all'INPS per gestione separata e gestioni speciali artigiani commercianti e agricoltura, con le modalità e le scadenze che saranno specificate dall'Istituto nazionale di previdenza con una prossima circolare
  • alle Casse private , nei termini e con i modelli che sono in corso di predisposizione da parte dei singoli Enti e saranno rese disponibili nei rispettivi siti istituzionali
ATTENZIONE: Nel caso in cui il soggetto interessato sia iscritto contemporaneamente a una delle gestioni previdenziali dell'Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS) e ad uno degli enti gestori privati, l'istanza dovra' essere presentata esclusivamente all'Inps.
Per le Gestioni INPS di artigiani e commercianti, agricoltura e Gestione separata, si dovrà attendere anche l'emanazione delle istruzioni operative da parte dell'istituto nazionale di Previdenza.

Bonus 200 euro: obbligo di autodichiarazione

Il decreto appena pubblicato precisa che l'istanza deve essere corredata dalla dichiarazione del lavoratore interessato, rilasciata ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 sotto la propria responsabilita':
  • di essere lavoratore autonomo/libero professionista, non titolare di pensione
  • di non essere percettore dell prestazioni di cui agli articoli 31 e 32 del predetto decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50
  • di non aver percepito nell'anno di imposta 2021 un reddito complessivo superiore all'importo di 35.000 euro
  • di essere iscritto alla data di entrata in vigore del decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50 ad una delle gestioni previdenziali dell'Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS) o degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza ed assistenza di cui al decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509, e al decreto legislativo 10 febbraio 1996, n. 103
  • nel caso di contemporanea iscrizione a diversi enti previdenziali, di non avere presentato per il medesimo fine istanza ad altra forma di previdenza obbligatoria
  • All'istanza deve essere allegata copia fotostatica del documento di identita' in corso di validita' e del codice fiscale nonche' le coordinate bancarie o postali per l'accreditamento dell'importo relativo al beneficio
  • Al fine di consentire la tempestiva erogazione dell'indennita' sono considerate inammissibili le istanze prive delle indicazioni sopracitate



Fonte: FISCOETASSE.COM

Cerchi Agenti di Commercio? Trovali con TrovoAgente.it

Potrebbe interessarti anche: Bonus 200 euro, cosa devono sapere gli Agenti e i Rappresentanti di Commercio e le Partite IVA

Annunci e offerte di lavoro per agenti e rappresentanti

Su TrovoAgente.it troverai tantissime offerte di lavoro in Italia o all'Estero per agenti di commercio e venditori. Puoi liberamente consultare migliaia di annunci di lavoro, inoltre con una semplice registrazione gratuita potrai ricevere sempre tutte le nuove offerte di lavoro direttamente nella tua casella di posta elettronica.

oppure consulta direttamente gli ultimi annunci

Area Azienda


Inserisci Annuncio

Come funziona

Quanto Costa

Chiedi Preventivo


Pagamento

Pagamento (Ris.)

Pannello Azienda

Contattaci

Valuta il servizio

Partner
Jobsora Trova un lavoro oggi! Jooble Lavoro in Italia Agenti di Commercio Agenti di Commercio Agenti di Commercio Formazione Agenti di Commercio Agenti di Commercio