Pensioni, Ecco i contributi dovuti da artigiani e commercianti nel 2024

Aggiornamento 15/02/2024

  • Ricerca Agenti nei settori Energia - Efficientamento energetico

    Ricerca Agenti nei se

    ttori Energia - Effic

    ientamento energetico

  • Ricerca Agenti nei settori Salute e Benessere

    Ricerca Agenti nei se

    ttori Salute e Beness

    ere

  • Ricerca Agenti nei settori Trattamento Acque

    Ricerca Agenti nei se

    ttori Trattamento Acq

    ue

  • Ricerca Direttore Commerciale nei settori Casalinghi, Articoli da Regalo, GDO, Materie Plastiche

    Ricerca Direttore Com

    merciale nei settori

    Casalinghi, Articoli

    da Regalo, GDO, Mater...

  • Ricerca Agenti nei settori Pubblicità - Marketing

    Ricerca Agenti nei se

    ttori Pubblicità - M

    arketing

  • Ricerca Agenti nel settore dell

    Ricerca Agenti nel se

    ttore dell'abbigliame

    nto professionale HO.

    RE.CA....

  • Ricerca Agenti nel settore Edilizia - Ferramenta

    Ricerca Agenti nel se

    ttore Edilizia - Ferr

    amenta

  • Cercasi Agenti e Rappresentanti nel settore Sanitario

    Cercasi Agenti e Rapp

    resentanti nel settor

    e Sanitario

  • Ricerca Agenti nei settori Hardware - Software - Informatica

    Ricerca Agenti nei se

    ttori Hardware - Soft

    ware - Informatica

  • Gruppo Italia ricerca agenti e consulenti marketing

    Gruppo Italia ricerca

    agenti e consulenti

    marketing

Ultimi Annunci delle Aziende su TrovoAgente.it

Adeguati dall'Inps minimali e massimali per il versamento dei contributi dovuti dai lavoratori autonomi. Aumento del 5,4% per recuperare l'inflazione dello scorso anno. La contribuzione minima, cioè dovuta a prescindere dal reddito conseguito, per coprire un anno ai fini pensionistici sfiora i 4.500€.

Agenti di commercio e Fisco

È fissato per il 16 maggio il primo appuntamento degli artigiani e commercianti con la contribuzione Inps 2024, dove peraltro si registra l'aumento delle aliquote riferite ai collaboratori con età inferiore a 21 anni.
Aumento che continuerà anche il prossimo anno fino a parificare l'aliquota a quella dei più anziani. Lo certifica l’Inps nella Circolare n. 33/2024 pubblicata ieri con la quale, come di consueto, provvede ad adeguare i minimali e i massimali di reddito all'inflazione che fanno registrare un aumento del 5,4% rispetto allo scorso anno.

Le aliquote per il 2024

Nel 2024 l'aliquota contributiva è pari al 24% per gli artigiani e del 24,48% per i commercianti; i giovani sino a 21 anni versano un contributo previdenziale del 23,70% se artigiani e del 24,18% se commercianti. Anche quest'anno continua a trovare applicazione - previa domanda dell'interessato - la riduzione del 50% dei contributi nei confronti degli autonomi con più di sessantacinque anni di età, già titolari di pensione a carico dell'istituto.
Come di consueto la base imponibile sulla quale devono essere calcolati i contributi è costituita dalla totalità dei redditi di impresa dichiarati ai fini fiscali prodotti nello stesso anno cui la contribuzione si riferisce, nel rispetto di un minimale e di un massimale. Come base imponibile provvisoria, ai fini del pagamento della contribuzione alle varie scadenze, occorrerà quindi fare riferimento al reddito d'impresa da denunciare al Fisco per l'anno 2023 (modello Unico 2024). I versamenti che saranno effettuati a partire dal mese di maggio, costituiscono quindi un acconto, il cui conguaglio (sulla base del reddito definitivo 2023) andrà operato nella primavera del 2025.

Minimali e Massimali

Quest'anno il minimale di reddito ai fini del calcolo della contribuzione dovuta all'Inps per gli iscritti a tali gestioni è di 18.145 euro. Pertanto, il contributo minimo, comprensivo della quota del contributo di maternità (7,44 euro), è pari a 4.427,04 euro per i titolari artigiani e per i collaboratori di età superiore ai 21 anni (ridotto a 4.371,80 euro per i collaboratori di età inferiore ai 21 anni); e a 4.515,43 euro per i titolari commercianti e per i collaboratori di età superiore ai 21 anni (ridotto a 4.460,19 euro per i collaboratori di con meno di 21 anni).
Le aliquote salgono al 25% e al 25,48% (24,70% e 25,18%, i giovani collaboratori con meno di 21 anni) rispettivamente per gli artigiani e commercianti sull'eventuale quota eccedente i 55.008,00 euro, la prima fascia di retribuzione pensionabile, fino al massimale di 91.680,00 euro per i lavoratori in possesso di contribuzione al 31.12.1995 o sino al massimale di 119.650 euro per i lavoratori non in possesso di contribuzione alla predetta data. In tabella le aliquote di contribuzione.

Regime Agevolato

L'Inps conferma anche nel 2024 lo sconto contributivo per i lavoratori autonomi che hanno aderito al cd. regime forfettario di cui alla legge 190/2014 (articolo 1, commi 76-84) che consente loro, su base volontaria, di pagare un contributo ridotto del 35% rispetto alla contribuzione ordinaria INPS dovuta ai fini previdenziali. Nello specifico il regime si applicherà nel 2024 ai soggetti già beneficiari del regime agevolato nel 2023 che, ove permangano i requisiti di agevolazione fiscale, non abbiano prodotto espressa rinuncia allo stesso. I soggetti che hanno invece intrapreso nel 2023 una nuova attività d’impresa per la quale intendono beneficiare nel 2024 del regime agevolato devono comunicare la propria adesione entro il termine perentorio del 28 febbraio 2024. I soggetti, infine, che intraprendono una nuova attività nel 2024, per la quale intendono aderire al regime agevolato, devono comunicare tale volontà con la massima tempestività rispetto alla ricezione del provvedimento d’iscrizione, in modo da consentire all’Istituto la corretta e tempestiva predisposizione della tariffazione annuale (cfr: Circolare Inps 35/2016).

Termini di pagamento

Quanto ai termini di pagamento dei contributi le date sono le seguenti: 16 maggio 2024, 20 agosto 2024, 18 novembre 2024 e 17 febbraio 2025, per il versamento delle quattro rate dei contributi dovuti sul minimale di reddito. Mentre i contributi dovuti sulla quota di reddito eccedente il minimale (la quota cioè a conguaglio), a titolo di saldo 2023, primo acconto 2024 e secondo acconto 2024 vanno pagati entro i termini previsti per il pagamento delle imposte sui redditi delle persone fisiche. I contributi si pagano con il modello F24.

Fonte: PensioniOggi.it


Potrebbe interessarti anche: Agenti di Commercio e Enasarco, Minimali e massimali 2024



Annunci e offerte di lavoro per agenti e rappresentanti

Su TrovoAgente.it troverai tantissime offerte di lavoro in Italia o all'Estero per agenti di commercio e venditori. Puoi liberamente consultare migliaia di annunci di lavoro, inoltre con una semplice registrazione gratuita potrai ricevere sempre tutte le nuove offerte di lavoro direttamente nella tua casella di posta elettronica.

oppure consulta direttamente gli ultimi annunci

Area Azienda

Inserisci Annuncio

Come funziona

Quanto Costa

Chiedi Preventivo


Pagamento

Pagamento (Ris.)

Pannello Azienda

Contattaci

Valuta il servizio

Partner
Jobsora Trova un lavoro oggi! Jooble Lavoro in Italia Agenti di Commercio Agenti di Commercio Agenti di Commercio Formazione Agenti di Commercio Agenti di Commercio